Lug 14

Turbina eolicaVorrei ma non posso, o forse si?
Molti sapranno che la finanziaria 2008 comprende numerose novità per quanto riguarda il minieolico che lo renderebbero particolarmente conveniente (volgarmente noto in maniera inesatta come Conto Energia per il minieolico o per l’eolico).

I Decreti Ministeriali attuativi non sono tuttavia stati ancora pubblicati. Una collega, che si occupa di costruzione di impianti del genere, ha rivolto una domanda al Gestore dei Servizi Elettrici per sapere come comportarsi. Ecco la risposta:

Per impianti alimentati fa Fonti Rinnovabili, definite dall’art. 2 della Direttiva Europea 2001/77 sulla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità, con la Legge 24 dicembre 2007 n. 244 (Legge Finanziaria 2008) e la Legge 29 novembre 2007 , n. 222 (Collegato alla Finanziaria 2008) è stato individuato un nuovo sistema di incentivazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili che prevede:
– rilascio certificati verdi (per tutta l’energia prodotta al netto delle perdite)
– tariffa onnicomprensiva (per tutta l’energia immessa in rete)
La informiamo che ai sensi della tabella 3 della Finanziaria 2008, per gli impianti eolici di taglia inferiori ai 200kW è possibile optare esclusivamente per la tariffa omnicomprensiva (di entità variabile a seconda della fonte, per un periodo di quindici anni), che, per l’eolico è pari a 0,30 €/kWh.
Al momento siamo in attesa della pubblicazione dei Decreti Ministeriali attuativi delle disposizioni normative previste dalla Finanziaria 2008 – (comma 150 dell’articolo 2 della Finanziaria 2008) senza i quali non è possibile applicare il meccanismo della tariffa onnicomprensiva.
Attualmente un produttore che intende richiedere tale tipo di incentivo, può procedere con la procedura di qualifica dell’impianto, inviare al GSE tramite raccomandata la richiesta preventiva della tariffa omnicomprensiva, e procedere, in attesa dell’attuazione dei decreti, al ritiro dedicato dell’energia (vendita al GSE).
Per poter accedere all’incentivo è necessario richiedere al GSE S.p.a il riconoscimento della qualifica di impianto alimentato da fonti rinnovabili utilizzando la procedura: Procedura di qualificazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili, presente sul nostro sito internet www.gsel.it

Questo lo interpretiamo come un via libera. Finalmente!

2 commenti »

2 commenti su “Via libera al minieolico! Ecco cosa dice il Gestore dei Servizi Elettrici.”

    E' il momento del mini eolico - Pagina 4 - EnergeticAmbiente.it Scrive:
    1 dicembre 2008

    […] di una simile soluzione. In attesa della pubblicazione del decreto attuativo sul minieolico il GSE suggerisce di procedere all’installazione dell’impianto, scegliendo il ritiro dedicato e […]

    Daniiiiilo Scrive:
    21 maggio 2009

    quale è la tariffa per impianti oltre i 200Kw

Scrivi un commento